Sinfonia per cicale

SINFONIA PER CICALE
Io qui già ci sono e mi presento anche se
la maggiorparte sa, sa che
io sono la cicala e canto
e vi canterò come se
non avessi mai assaggiato il pianto
ora vi mostrerò
la la la la la la la la la la la
la la la la laaaaaa aaaaaaa
la la la la la la la la la la
la la la la laaaaaa
mentre riempie la sua bocca col cantar
noi formiche stiam qua sotto a lavorar
niente le si darà
e con le grida anche la pancia riempirà
Prendo i dolori dal vostro tormento
per ogni giorno a lavorar – per far che? –
li metto ad uno ad uno nel mio canto
canto che forza vi darà
e quando è giunto a compimento
a voi lo canterò
la la la la la la la la la la la
la la la la laaaaaa aaaaaaa
la la la la la la la la la la
la la la la laaaaaa
Artisti sonaturi e tincia santi
vanu chjiuttostu arriati e mai avanti
u viarnu ha chjiusu i porti
e a vu cicali vi vulimu tutti morti
Povera me che triste sentimento
per ogni cicala che va, non canterà
si aggrava il passo e il nostro lamento
il lavoro più duro si fa
e il nostro prossimo raccolto
non ci basterà